IL NOSTRO INCONTRO CON IL WOLF MAN HERR WERNER FREUND

lunedì 30 luglio 2012

QUANDO IL CANE ABBAIA E IL VICINO SI LAMENTA


Con una puntualità svizzera ricevo gli aggiornamenti degli articoli di Ezio Maria Romano, in questo articolo, è citata una parte giuridica stilata dal Dott. Paolo Sceusa (Magistrato).
Non posso non pubblicare e dare spazio a questo articolo, perchè purtroppo mi tocca molto da vicino.
Io tutt'ora sono vittima di un vicinato al quanto lamentoso.
Capisco anche che forse il lavoro che faccio con i cani possa disturbare, ma il disturbo che io produco, è esattamente proporzionato a quelle degli altri cani, al tenore che si esercita ogni pomeriggio nei gorgheggi e allo schiamazzo dei bambini.. ma come diceva Ezio non sono i cani a dare fastidio ma sono le persone ed evidentemente io do molto fastidio. Pensare che io con il vicinato non ho nessun tipo di rapporto, non conosco manco le loro facce, ma purtroppo io vivo in un contesto dove c'erano e ci sono tutt'ora faide vecchie come Noè... che risalgono alla risistemazione della cascina Sirigari.
Il fastidio più grande non sono tanto gli insulti carini, che ogni tanto mi piovono dal di là del muro di cinta, ma sono i dispetti come i chiodi seminati sul mio vialetto, e ancor peggio i bocconi avvelenati che ho rinvenuto nei mesi scorsi, PER FORTUNA qualcuno da lassù mi vuole bene, me ne sono accorta subito, quel colore azzurro mi è saltato subito all'occhio e prima di liberare i cani, ho potuto bonificare la zona per tempo.
Ora la zona è monitorata costantemente con video camere nascoste, rete per uccelli, pulizia continua del perimetro... e denuncia fatta ai carabinieri con tanto di sospetti.
E pensare che la prima cosa che mi è stata detta dalla legge è stata: "si ricordi Signora se lei ha dei sospetti stia attenta a dire il nome della persona, perchè questa potrebbe querelarla per diffamazione"... è vero io potrei essere querelata, ma è anche vero che la legge mi permette di formulare un sospetto, senza però avere prove a carico.
Dopo questa esperienza mi sono sentita molto SOLA... per nulla tutelata anzi per un attimo mi sono sentita intimorita...
A volte i viene da pensare che per aver ragione devi morire, ma questo accade non solo per cose di questo genere ma anche per fatti ben più gravi.
La cosa triste è che un atto del genere ha portato in pericolo i bimbi che frequentano la nostra proprietà.
Alla cattiveria, ignoranza, invidia io credo che non ci sia cura, se la legge fosse molto più severa, più attenta, e più più più, come avviene in altri stati di Europa, io credo che uno ci penserebbe prima di commettere qualsiasi atto sconsiderato.
Purtroppo gli animali sono i primi a farne le spese...

Ma ora lasciamo la parola al DOTT. PAOLO SCEUSA

1 commento:

  1. La gente è proprio esaurita, dovrebbe farsi una flebo di valeriana per endovenosa. Ho letto con molto interesse l'articolo di Ezio Romano (complimenti per cogliere nel segno ogni volta con articoli di enorme attualità), non tanto perchè sono confrontata con questo problema, ma perchè dei miei amici sono stati confrontati in passato con questo problema. Una conoscente è stata minacciata di morte, le hanno divelto una palizzata che mio marito le aveva fatto per evitare che i suoi cani arrecassero disturbo ai vicini. Sono stata chiamata in polizia a testimoniare a favore di questa conoscente. Ammetto che il cane piccolino che aveva era un rompi @@ di prima categoria. Ma da li a minacciare di morte qualcuno ne passa di acqua sotto i ponti. È vero che però quando siamo esauriti tendiamo ad enfatizzare, quindi un timido WOFF diventa: "il tuo caxxo di cane ha abbaiato tutto il santo giorno".
    Quindi riassumendo: quando il cane abbaia disturba, quando non abbaia ma entrano i ladri, perchè non fa guardia allora cosa serve a tenere un cane!
    Ma non siamo mai contenti!!!!!! Vorrei inoltre aggiungere che spesso e volentieri la gente si prende il cane per fare guardia, e abita in un monolocale. Allora abbiate pazienza, il cane abbaia ma noi cerchiamo di scegliere il cane con criterio. Io sono ben contenta che il mio cane abbaia, perchè mi vuole comunicare qualcosa. Sinceramente, con il mio carattere non saprei che farmene di un cane catatonico.
    Ho letto di recente un articolo su ticinoline dove si parlava che il sindaco di una cittadina di confine proibiva ai cani di abbaiare tra le 14.00 e le 10.00. Non mi esprimo in merito al quoziente intellettivo di questa persona. Ma se un cane abbaia nelle ore proibite? Che succede? Riceve una contravvenzione? Suvvia ragazzi viviamo nel 2012 non nel millenovecentovoltasindre. Siamo stressati tutti, ma perchè ogni tanto non ci fermiamo un attimo e cominciamo a pensare veramente! Il cane abbaia da che mondo è mondo. Come noi parliamo. I bambini urlano. Chissà perchè un bambino che piange di notte nessuno dice niente, un cane che abbaia perchè qualcosa non funziona ci stanno svaligiando la casa, allora parte un reclamo scritto al presidente della repubblica. Fate ridere i polli!!!!! Se l'aria avesse un costo di 5 cts la gente ci penserebbe un attimo prima di aprire la bocca. Perchè quando si tocca il Dio soldo automaticamente la nostra mente si mette a macinare e a partorire idee assurde.
    Per quanto riguarda i bocconi avvelenati, anche qui c'è questa moda simpatica di mettere polpette avvelenate con la meta o chissà cos'altro. Per fortuna poi se ti beccano ti passa la voglia di fare questi scherzetti idioti. Ma perchè è sempre il cane che deve pagare per l'egoismo umano?
    A quell'autogestito che ha messo i bocconi nel campo di Katia, o a tutte le persone che vogliono male a Katia, o che parlano male degli altri gratuitamente, tutte quelle persone che si nascondono dietro gesti simili o leggi assurde: vorrei dirgli che la vita è una ruota che gira: semini cattiveria? Raccoglierai tempesta! E posso assicurarvi per esperienza personale che questo detto è vero...

    RispondiElimina

GIOCANDO....

DEDICATO AD UN AMICO